Il mio Blog:
appunti di vita quotidiana!



E miracolosamente non ho smesso di sognare e miracolosamente non riesco a non sperare
e se c'è un segreto è fare tutto come se vedessi solo il sole
(Elisa - "Qualcosa Che Non C'è")



31 dicembre 2008

Facciamo attenzione: Botti di Capodanno

Tra pochi giorni sara la vigilia di Capodanno e puntualmente i botti e i fuochi d'artificio ancora mietono vittime e generano invalidità permanenti soprattutto nei più giovani. Così vi lascio il vademecum presente sul sito della Polizia di Stato affinchè se proprio volete fare qualcosa sappiate come muovermi.

Ai più giovani mi permetto una raccomandazione, la vostra sete di scoperta e di mettervi alla prova vi porta a voler sempre provare qualcosa in più. E' sostanzialmente una bella cosa ma scegliete con cautela ciò in cui volete cimentarvi. Perdere a 16 anni una mano, un occhio o perdere la vita non serve a scoprire niente e rischiare non serve a dimostrare che siete adulti ma solo stupidi quanto gli adulti. Mi raccomando, divertitevi, ma siate cauti!

Noi adulti dovremmo ovviamente dare il buon esempio. Non comprate botti abusivi, non sparete in aria con le armi, fate attenzione a ciò che acquistate e come lo maneggiate.

Buon fino d'anno a tutti! ^_-





FUOCHI D'ARTIFICIO

I fuochi d'artificio - se non utilizzati in maniera corretta - possono essere pericolosi. Gli incidenti più gravi derivano quasi sempre dalla mancata adozione delle misure di sicurezza.
Spesso si crede di essere coraggiosi usando i fuochi in modo spavaldo. Ma non è così. I ragazzi tra gli 11 e i 14 anni sono i più colpiti dalle esplosioni e gli organi più interessati sono mani e occhi.
Molti incidenti avvengono il "giorno dopo" a causa dei botti inesplosi che si trovano per strada.


PER I PIU' GIOVANI...
Per legge i negozianti non possono vendere fuochi d'artificio ai minori di anni 14.
Usa solo fuochi d'artificio, o pirotecnici, declassificati. Li riconosci perché sull’etichetta deve esservi scritto “di libera vendita” o “declassificato”.
Usa i fuochi d’artificio all’aperto, lontano da materiale infiammabile e dalle persone.
Quando qualcuno vuole iniziare ad usare fuochi d'artificio allontanati e trova un riparo sicuro.
Non raccogliere mai i fuochi non esplosi che si trovano in strada. Sono pericolosissimi, infatti spesso sono la causa principale delle lesioni alle persone.

Un uso non corretto di fuochi d’artificio di qualsiasi tipo può comportare gravi conseguenze:

Puoi ustionarti
Puoi perdere l’uso delle dita, delle mani, della vista, dell’udito o riportare altre gravi lesioni
Puoi perdere la vita
Puoi ferire o uccidere una persona

Usa i fuochi d'artificio rispettando rigorosamente le istruzioni indicate, che devono essere chiare.

Prima di acquistare i fuochi leggi le istruzioni, se non ti sembrano chiare NON comprare il prodotto.

Non manipolare mai i fuochi e soprattutto non aprirli per svuotarli della polvere pirica, non unirli e non modificarli in alcun modo.

È pericolosissimo per te e per le persone che ti sono vicine.

Se sulla scatola dei fuochi che ti stanno vendendo c'è scritto "IV o V categoria" non comprarli e assolutamente non usarli. Infatti, possono essere venduti solo a persone adulte ed esperte che hanno una autorizzazione di polizia. Fai attenzione, per la loro pericolosità NON sono destinati ai ragazzi.

Fontane, trottole, fumogeni, petardini, miccette e girelline
Allontanarsi quando la miccia è stata accesa.

Bottigliette a strappo, pistole a strappo, snappers
Non mirare mai contro le persone.

Candeline o stelline
Si possono usare anche in casa ma vanno tenute lontano dai vestiti, dalle tende, dai divani e da tutti gli oggetti infiammabili. Attenzione alle persone accanto: una scintilla potrebbe colpire negli occhi o sulla pelle causando gravi ustioni.


USARLI IN MODO CORRETTO: alcune precauzioni

No ai bambini!
Tutti i prodotti pirotecnici, compresi quelli di libera vendita che si possono acquistare anche nei supermercati, nelle cartolerie ed in esercizi non specializzati, NON sono MAI destinati ai bambini.

Chi vende prodotti pirotecnici, anche “di libera vendita”, a minori di anni 14 è sempre perseguibile a norma di legge.

Chi ha più di 14 anni può acquistare ed utilizzare solo i prodotti pirotecnici “di libera vendita”, ma mai quelli di V e IV categoria, destinati solo ad un consumatore adulto ed autorizzato (quando non, addirittura, limitati al solo uso professionale).

No alle armi: sparare in luogo pubblico con fucili, pistole e, in taluni casi, anche con armi giocattolo, oltre a essere pericolosissimo è un reato punibile con l'arresto.
Si consideri che un colpo di pistola, ed ancor più quello di una carabina, può risultare lesivo a molte centinaia di metri e che “sparare in aria” NON ESCUDE il rischio di arrecare gravi lesioni o addirittura la morte ad altri.
Perciò state alla larga da chi vuole "festeggiare" in questo modo e denunziatelo subito alle Forze di polizia.

Bancarelle a rischio: per acquistare prodotti pirotecnici rivolgersi sempre a commercianti autorizzati. Evitare bancarelle improvvisate, prive di licenza di commercio per i prodotti declassificati ad esempio, e diffidate di prodotti privi di un’etichetta che indichi, con gli estremi dell'autorizzazione del Ministero dell'Interno, (Nr. protocollo e data), istruzioni a voi chiare sull’utilizzo del prodotto.

Seguire sempre le istruzioni: leggere e seguire attentamente le istruzioni d’uso riportate sull'etichetta o i fogli illustrativi che accompagnano il prodotto. Anche le innocue “stelline”, se maneggiate senza le dovute attenzioni, possono causare lesioni gravi.

Accensione: accendere un fuoco alla volta ed evitare che al momento dell'accensione ci siano altri fuochi vicini. Durante l'uso tenerli lontano da prodotti infiammabili (tende, divani, tappeti, alcool o benzina, sterpaglie secche, ecc.).

Abiti: attenzione agli abiti che indossate quando usate un fuoco d'artificio. Mai mettere giacconi o maglioni di pile o fibra sintetica, e nemmeno indumenti acetati come tute sportive. Basta una scintilla per trasformare questi abiti in micidiali trappole.

Solo all'aperto: accendeteli solo all'aperto, il più possibile lontani dalle abitazioni. Razzi ed altri artifizi di qualsiasi natura non devono essere mai puntati verso le finestre o i balconi di costruzioni vicine e tanto meno in direzione di persone. Verificate, per le “fontane luminose”, o i fuochi aerei l’altezza che sarà raggiunta dalla fiamma o dagli altri effetti ed evitate, comunque, di collocarli sotto balconi o alberi.

Fissare a un sostegno: se possibile ed ove previsto dalle istruzioni per l’uso, fissare con cura il fuoco artificiale ad un sostegno prima della sua accensione, controllando che la traiettoria sia libera, ed allontanarsi subito dopo l'accensione per godersi a distanza lo spettacolo.

Micce corte: le micce o gli inneschi dei fuochi pirotecnici sono piuttosto corti e/o abbastanza rapidi nella combustione, ma deono sempre lasciare il tempo all'utilizzatore di porsi a distana di sicurezza dopo l'accensione. Non in ogni caso di apparente mancato funzionamento, però, si deve pensare che la miccia o innesco si siano necessariamente spenti. Può darsi, invece, che a causa di un difetto costruttivo del prodotto, la miccia abbia un funzionamento molto più lungo del normale, inducendo ad avvicinarsi al fuoco proprio nel momento in cui esso si attiva, con intuibili gravi pericoli per l’incolumità dell’utilizzatore. Altrettanto pericoloso è l’uso di fuochi artificiali destinati a professionisti (normalmente di IV Categoria) che presentino una “miccia rapida”. In questo caso l’accensione del prodotto è praticamente immediata e il consumatore rischia seriamente di essere investito dagli effetti del pirotecnico.

Mancato funzionamento: in tutti gli altri casi di malfunzionamento di un prodotto pirotecnico non toccatelo e non vi avvicinate. Potrebbe innescarsi anche a distanza di tempo e provocare gravi danni alla persona.

Pirotecnici inesplosi: se vi trovate in prossimità di un pirotecnico inesploso, in strada oppure a casa, non toccatelo. Avvertite le forze di polizia, anche in forma anonima.

Trasporto e fiamme libere: evitare di trasportare notevoli quantitativi di materiale pirotecnico in una normale autovettura. Non maneggiare mai fuochi in prossimità di fiamme libere (accendini, fiammiferi, sigarette), non collocarli né utilizzarli vicino liquidi o contenitori di gas infiammabili. Il trasporto professionale dei pirotecnici deve sempre avvenire nel rispetto delle norme del Codice della Strada e dell’ADR.

Segnalazioni in forma anonima: segnalare alle Forze di polizia eventuali vendite a minorenni o qualsiasi altra attività che al momento può sembrare illecita o pericolosa.


VIETATI O CONSENTITI

Tutti i prodotti pirotecnici autorizzati devono avere sulla confezione un'etichetta completa
la stessa deve riportare: gli estremi (Nr. protocollo e data) del provvedimento del Ministero dell’Interno che ne autorizza il commercio; il nome del prodotto; la ditta produttrice il Paese di produzione el'importatore, la categoria, le principali caratteristiche costruttive ( tra le quali il peso netto della massa attiva del prodotto esplodente) e una descrizione chiara e completa delle modalità d'uso, che devono essere seguite attentamente dall’utilizzatore.

I prodotti privi di un’etichetta regolamentare non sono in regola e sono da considerarsi “fuochi proibiti”, non essendo garantita né la loro provenienza né le caratteristiche costruttive e di funzionamento.
Si raccomanda di porre la massima attenzione nell’uso di prodotti con effetto scoppiante ed ai razzi o proietti di qualsiasi specie.
È dall’uso di questa tipologia di oggetti, infatti, che, statisticamente, sono derivati gli incidenti di maggiore gravità.

In particolare è severamente vietata, anche perché integra il reato di illecita fabbricazione di prodotti esplodenti, qualsiasi manipolazione dei prodotti (svuotamento e ricarica, unire più pezzi insieme, innesco di sostanze infiammabili, ecc.)

I prodotti pirotecnici da divertimento presenti sul mercato si distinguono per l’appartenenza a specifiche “categorie”. Ecco quali:
IV Categoria – prodotti per lo più professionali e comunque vendibili solo presso esercizi appositamente autorizzati dal Prefetto (mai ambulanti) a persone munite di specifiche licenze di polizia (porto d’armi, nulla osta all’acquisto). Il loro possesso deve essere denunciato all’Autorità di Pubblica Sicurezza e per spararli occorre comunque un’autorizzazione di polizia;
V Categoria, gruppo C – prodotti vendibili solo presso esercizi appositamente autorizzati (mai ambulanti) a persone maggiori di anni 18 che esibiscano un documento di riconoscimento al venditore, che ne annota gli estremi sul registro di polizia. Il loro possesso deve essere denunciato all’Autorità di Pubblica Sicurezza e sono utilizzabili solo con le autorizzazioni previste dalla Legge (art. 57 TULPS);

Prodotti “declassificati” o “di libera vendita”
Possono essere venduti solo ai maggiori di 14 anni da commercianti (anche ambulanti) che siano in possesso della relativa licenza.
Si trovano normalmente in commercio presso supermercati, cartolerie, rivendite di casalinghi, ecc., non essendo necessaria una licenza di pubblica sicurezza per la loro vendita. Il loro possesso NON deve essere denunciato all’Autorità di Pubblica Sicurezza e il loro uso è consentito nel rispetto delle ordinarie norme prudenziali, prime fra tutte le istruzioni per l’uso che devono essere presenti in etichetta. E' comunque consigliabile che ad accendere il “pirotecnico declassificato” sia sempre un adulto che abbia ben letto le istruzioni per l'uso.


ASSOLUTAMENTE PROIBITI

L’immissione sul mercato e la detenzione per la vendita di qualsiasi prodotto pirotecnico non riconosciuto dal ministero dell’Interno e/o privo di regolamentare etichetta sono severamente vietate dalla legge. Il "pallone di Maradona", la bomba "Osama Bin Laden" o la “Kamikaze” sono solo delle denominazioni di fantasia con cui persone senza scrupoli mettono illegalmente in commercio prodotti che possono essere pericolosissimi per la vita umana.

La legge prevede pene detentive per quanti pongano in essere condotte in violazione alle norme sulla circolazione legale dei pirotecnici e chiunque venga a conoscenza di fatti che integrano tali violazioni ha il dovere civico di denunziarli alle Forze di polizia.

Alle pene, comunque, è soggetto non solo chi vende ma anche chi illegalmente acquista o comunque utilizza fuochi. legai o illegali che siano.

Tra le cosiddette "bombe carta", infatti, vi sono dei veri e propri ordigni che contengono anche 2 o 3 chili di esplosivo a basso potenziale ed hanno notevoli potenzialità distruttive. Ma anche manufatti dall’aspetto apparentemente più “normale” e con quantitativi assai più modesti di prodotto con effetto scoppiante (tre o quattro grammi), che si presentano con la forma di un cilindretto più o meno allungato e di diverso diametro, possono causare danni irreparabili agli arti, alla vista all’udito ed al corpo in generale.
Di seguito riportiamo alcuni modelli di questi ordigni, raccomandando di non utilizzarli mai e di avvisare sempre le Forze di polizia in caso li si rinvenga.

CipollaCipolla
Peso: 125 gr circa di materiale esplodente






Mezza BottaMezza Botta
Peso: 45 gr circa di materiale esplodente






Track TronettoTrack con tronetto
Peso: 6 gr circa di materiale esplodente






Track TronettoTrack vecchia generazione
Peso: 7 gr circa di materiale esplodente





Fonte: I Fuochi di Artificio sul sito della Polizia di Stato

1 commenti:

dodo ha detto...

hai deto tutte cose giustissime.....veramente c'è gente che per divertirsi "un po' di più" rischia la vita

Posta un commento

Puoi commentare il mio blog anche se non sei iscritto ma non lasciarmi il commento anonimo. Clicca su Nome/Url e scrivi il tuo nome o il tuo nick! ^_^