Il mio Blog:
appunti di vita quotidiana!



E miracolosamente non ho smesso di sognare e miracolosamente non riesco a non sperare
e se c'è un segreto è fare tutto come se vedessi solo il sole
(Elisa - "Qualcosa Che Non C'è")



22 gennaio 2009

Breaking Dawn - diario lettura - IV parte

*** Attenzione questo post contiene spoiler/anticipazioni sul libro ***


Breaking DawnOggi ho avuto una nuova seduta di lettura dell'ultimo libro della saga.

Sono passata dal capitolo 27 al 32. Me ne mancano solo 7... come farò dopo?! -_-

La situazione si è rapidamente evoluta come era immaginabile. Irina, tornata per scusarsi per il suo comportamento, ha visto la piccola Renesmee insieme a Jacob in versione lupo. Ha subito pensato che fosse una bambina vampira. la trasformazioni dei bambini/neonati in vampiri è vietato dalla legge dei Volturi perchè in passato queste creature hanno disseminato morte e distruzione senza nessun tipo di ritegno e mettendo a rischio il segreto dei vampiri. Irina ha pensato bene, per un profondo senso di giustizia, di rivelare la sua sbagliata scoperta ai Volturi che non aspettavano altro per venire ad attaccare il clan Cullen e portarsi via qualche talentuoso vampiro che arricchisca la loro Guardia.

Ma Renesmee non è una bambina vampira, non è stata trasformata. La piccola è un ibrido mezza umana e mezza vampira nata biologicamente dall'amore (e dell'accoppiamento carnale) di Bella e Edward. Per altro non è neanche velenosa, anche se i suoi morsi possono lasciare profonde ferite. Questo fatto mi era sfuggito ero convinta che Bella si fosse dovuta trasformare proprio perchè cmq era ormai stata morsa dalla piccola avvicinatagli al seno da Edward subito dopo la nascita. Sono tonta io, o anche voi all'inizio avevate capito così?

In questa pare del libro non può non leggersi tutta la forse dell'unirsi a combattere per una giusta causa in difesa di un essere assolutamente innocente e innoquo che non può diventare la vittima sacrificale.

Bella scopre tutta la sua forza di madre e scopre anche finalmente il suo vero dono. Quello di essere uno scudo da usare come riparo per se stessa e se applicandosi bene per tutti coloro che ama. Ma deve lavorare su questa cosa, impegnarsi, scoprire un suo lato che ha solo vagamente sospettato di avere. Riuscire a far venire fuori quella parte di se, quelle caratteristiche speciali che sa di possedere.

Il done dell'autocontrollo, per ora non era un dono, ma una sua grande capacità di mettere il been altrui davanti al suo istinto.

Eleazar intanto si era ripreso. «Appunto. Nessun talento si manifesta esattamente allo stesso modo, perché nessuno pensa mai esattamente allo stesso modo».

Mi piace questo passaggio, ognuno a modo proprio è speciale ed è diverso dall'altro. Basta capire ciò in cui si è speciali, le proprie attidudini. E una volta scoperte come ci è più consono metterle in atto. Per dirla banale, c'è chi ha il dono di saper scrivere poi c'è chi scegli di fare lo scrittore, chi il giornalisto, chi lo sceneggiatore, chi il poeta. E' un po' lo stesso dono, ma ognuno lo interpreta e adopera in maniera diversa no?

La vampira Zafrina ha il poter di far vedere a chi ha di fronte qualsiasi tipo di immagine lei desideri e ovviamente la piccola Renesmee ne rimane affacinata.

Renesmee era affascinata da quel dialogo e si avvicinò impavida a Zafrina.
«Posso vedere?».
«Cosa vuoi vedere?», chiese Zafrina.
«Quello che hai mostrato a papà».
Zafrina annuì e io fissai ansiosa lo sguardo di Renesmee che si perdeva nel vuoto. Ma, un attimo dopo, il viso le si illuminò del suo sorriso smagliante.
«Ancora», ordinò.
Dopo quell'episodio, fu difficilissimo tenere lontana Renesmee da Zafrina e dalle sue belle foto. Io mi preoccupavo, perché ero abbastanza sicura che Zafrina fosse capace di creare pure immagini tutt'altro che piacevoli. Ma attraverso i pensieri di Renesmee riuscivo a vedere anch'io le visioni di Zafrina nitide come nel ricordo di mia figlia, proprio come se fossero vere, e quindi a valutare se fossero appropriate o meno.
Anche se non me ne separavo volentieri, dovevo ammettere che era un bene che Zafrina tenesse impegnata Renesmee.

Il personaggio di Renesmee resta sempre molto dolce e affascinante. E' una bambina che cresce in fretta in ogni senso, ma è pur sempre una bambina curiosa e intelligente. Ha così timore di non essere accettata, ma più o meno tutti se ne innamorano.

Ad oggi non c'è un punto del libro che non mi sia piaciuto o che mi abbia annoiato, speriamo bene negli ultimi capitoli.

Buona serata a tutti!

0 commenti:

Posta un commento

Puoi commentare il mio blog anche se non sei iscritto ma non lasciarmi il commento anonimo. Clicca su Nome/Url e scrivi il tuo nome o il tuo nick! ^_^