Il mio Blog:
appunti di vita quotidiana!



E miracolosamente non ho smesso di sognare e miracolosamente non riesco a non sperare
e se c'è un segreto è fare tutto come se vedessi solo il sole
(Elisa - "Qualcosa Che Non C'è")



4 febbraio 2009

Breaking Dawn - diario lettura - V parte e FINALE

*** Attenzione questo post contiene spoiler/anticipazioni sul libro ***


Breaking DawnBene sto leggendo gli ultimi 7 capitoli di questa coinvolgente saga.

Bhe il rapporto che lega Edward, Bella e Renesmee è davvero dolcissimo. Come già ho detto, i piccoli brani che raccontano della bambina sono pieni d'amore e nel momento in cui Bella la prepara all'arrivo dei Volturi le lacrime non possono non scendere per la commozione di un ipotetico addio.

I piccoli gesti di Bella la contraddistinguono in quanto madre e donna. Le regala un piccolo medaglione portafoto in oro dove ha inserito la foto di loro tre e sull'altro lato vi è incisa la scritta in francese: "Più della mia stessa vita". *_*
Adoro i medaglioni porta foto fin da quando sono piccola, ho trovato fosse un pensiero bellissimo. E' vero gli oggetti non contano quanto i sentimenti soprattutto se non sono accompagnati dall'amore. Ma ricevere in regalo un piccolo oggetto personale dalle persone che ami, per poterlo custodire, è per me da sempre motivo di gioia. Dunque questa chicca non poteva non piacermi.
Edward dal canto suo le regala ciò che da sempre gli ha tenuto compagnia nelle lunghe notti, ciò che lo ha rallegrato e rasserenato nella sua lunga vita: la musica. Un piccolissimo lettore mp3 con stipate all'interno tantissime canzoni tra cui le sue preferite, una piccola eredità personale.
Anche Jacob le dona qualcosa: un bracciale intrecciato della tribù Quileute pegno di amore e devozione per il presente e per il futuro.

E finalmente arrivano i Volturi, finalmente si. Insomma il dente dobbiamo pur togliercelo no? Come si presupponeva non hanno sete di giustizia ma di potere. Cercano ogni mezzo per poter distruggere la famiglia Cullen e i suoi amici/alleati.

Bella riesce ad espandere il suo famoso scudo una volta percepito il vero pericolo, messe alle strette tante persone insicure riescono a dare il meglio di se stessi molto più di chi per spavalderia crede troppo nelle proprie capacità.

La scusa per poter uccidere la piccolina è presto detta:

«Solo ciò che si conosce è sicuro. Solo ciò che si conosce è tollerabile. Ciò che è sconosciuto è... un punto debole».

Quanto è affine alla nostra società questo triste ragionamento. -_- Quanta paura si può avere del diverso, dello sconosciuto, di ciò che per nostra ignoranza e scarsa volontà di comprensione ignoriamo.
Nessuno è condannabile a priori, nessuno può subire misure cautelative preventive in ipotesi di ciò che sarà o diventerà.
Inutile che mi si ponga la domanda "se avessi saputo che tale uomo sarebbe diventato crudele e assassino l'avresti ucciso?". All'uomo non è dato conoscere il futuro ne poterlo controllare, possiamo "SOLO" fare del nostro meglio perchè le persone provino empatia, pietas e rispetto per il prossimo.

E magia delle magie come in moltissime delle cose che amo torna a farmi visita il LIBERO ARBITRIO, se solo l'uomo lo usasse più spesso senza false paure e abbandonando la vigliaccheria.

Grande il vampiro Garrett, diventerà il mio nuovo mito! ^_^

«Sono venuto qui su richiesta di Carlisle, come gli altri, per fare da testimone», disse. «Il che di sicuro non si rende più necessario, per quanto riguarda la bambina. Vediamo tutti che cos'è. Ma sono rimasto a fare da testimone a qualcos'altro. A voi. [...] Siate testimoni del fatto che si sforzano di trovare una giustificazione per il loro vero scopo: distruggere questa famiglia».

«I Volturi sono venuti a eliminare quelli che percepiscono come rivali. Forse anche voi, come me, guardate gli occhi dorati dei membri di questo clan e ne restate stupiti. È vero, è difficile capirli. Ma gli anziani guardano e vedono qualcosa al di là della loro strana scelta. Vedono il vero potere.
Con i miei occhi sono stato testimone dei legami che corrono fra i membri di questa famiglia: e dico famiglia, non congrega. Questi strani vampiri dagli occhi dorati rinnegano la propria stessa natura. Ma in cambio hanno forse trovato qualcosa che vale ancora di più della semplice gratificazione del desiderio? Nel tempo passato qui, li ho studiati un pochino e mi sembra che la qualità intrinseca di questi intensi legami di famiglia, anzi, ciò che li rende possibili, sia il carattere pacifico di una vita fatta di sacrifici. Qui non ci sono aggressioni come abbiamo osservato tutti nei grandi clan meridionali, cresciuti e diminuiti rapidamente a furia di faide selvagge. Non c'è sete di dominio. E Aro lo sa meglio di me».

Questa è la chiava della saga, l'amore, il rispetto reciproco per le differenze, l'empatia verso gli altri. Legami saldati da questi presupposti e dall'affetto che difficilmente possono essere recisi.

«[...] Ma alcuni di noi si sono chiesti se il fatto che Carlisle avesse la verità dalla sua potesse bastare a fermare la cosiddetta giustizia. I Volturi sono qui per proteggere la sicurezza del nostro segreto, o per proteggere il loro potere? Sono venuti a distruggere una creazione illecita, o uno stile di vita? Non potrebbero accontentarsi del fatto che il pericolo si è rivelato un semplice malinteso? Oppure procederanno anche senza la scusa di fare giustizia?
Abbiamo già la risposta a tutte queste domande. L'abbiamo sentita nelle parole mendaci di Aro - una dei nostri ha il dono di sapere per certo chi mente - e ormai la vediamo nel sorriso impaziente di Caius. Il loro corpo di guardia è soltanto un'arma priva d'intelligenza, uno strumento della sete di dominio dei loro padroni.
Ora dunque ci sono altre domande cui voi dovete assolutamente rispondere. Chi vi comanda, nomadi? Rispondete alla volontà di qualcun altro, oltre alla vostra? Siete liberi di scegliere la vostra strada, o saranno i Volturi a decidere delle vostre vite? Io sono venuto per testimoniare. Ora rimango per combattere. Ai Volturi non importa niente che muoia una bambina. Vogliono che muoia il nostro libero arbitrio».

C'è da commentare...? ^_-

Così ho anche appagato la mia sete di giustizia e libertà. YATTA!!!

Ma il colpo di scena è stato il ritorno di Alice, che li aveva apparentemente abbandonati, che porta con se un altro mezzosangue metà umano e metà vampiro. Il giovane, si fa per dire, Nahuel ha finito la sua crescita dopo 7 anni dalla nascita senza farsi scoprire da nessuno ne disseminare morte e distruzione come i bambini vampiri, stessa cosa per altre sue due sorellastre. Segno che anche Renesmee potrà avere lo stesso sviluppo, altri 6/7 anni in cui crescere e diventare una giovane donna. Povero Jacob quanto dovrà aspettare, anche se per sua stessa ammissione non è affatto un peso, non pensa alla piccola in nessun modo diverso da quello di un iperprotettivo fratello maggiore! ^_-

E questo salva Renesmee visto che i Volturi non sanno davvero più dove potersi appigliare dal momento che anche il futuro prossimo per la piccola non è più così incerto.

Ma come dice Edward...

«E quindi alla fine ha agito una combinazione di fattori, ma se bisogna sintetizzare è stata... Bella
[...]
Ma noi eravamo lì, pronti, in attesa, in numero superiore al loro, con doni speciali tutti nostri, mentre i loro talenti venivano neutralizzati da Bella.
[...]
Non erano preparati alla sorpresa di sedici enormi lupi irreggimentati.»

Indubbiamente Bella ha avuto un ruolo fondamentale, ma ciò che ha anche funzionato è stata l'UNIONE di tanti individui diversi ognuno con le sue capacità e ognuno pronto a lottare per una visione comune che salvasse la vita a un'innocente e la loro libertà.

I Volturi finalmente si defilano, non possono inventare nuove scuse per distruggere i presenti.

Aro...

Sono così felice che tutto si sia potuto risolvere senza violenza», disse dolcemente. «Carlisle, amico mio, quanto mi fa piacere poterti chiamare di nuovo amico! Spero non ci sia rancore. So che capisci il rigido fardello che il nostro dovere ci pone sulle spalle».
«Vai in pace, Aro», disse secco Carlisle. «Ricorda che qui dobbiamo ancora proteggere il nostro anonimato, quindi fa' in modo che le tue guardie non si mettano a cacciare in questa regione».
«Ma certo, Carlisle», lo rassicurò Aro. «Mi dispiace che tu disapprovi, caro amico. Forse, col tempo, mi perdonerai».
«Forse, col tempo, se ci dimostrerai di nuovo la tua amicizia».

"Vai in pace" non è propriamente la frase che a me veniva in mente... ma si sa Carlisle è sempre molto diplomatico! ^_-

Finalmente la serenità, Bella, Edward e Renesmee possono restare insieme per sempre con la compagnia di Jacob. Bella potrà anche riabbracciare il padre Charlie che si è innamorato di Sue madre di alcuni licantropi, strani intrecci, vampiri e lupi. Anche se c'è da dire che proprio sul finale si scopre che il branco dei licantropi Quileute non sono propriamente licantropi ma mutaforma. Per puro caso hanno assunto da millenni le sembianze di lupi, tanto è vero che non si trasformano con la luna piena e che non infettano con il loro morso altri esseri umani. Restano solo a protezione degli umani dai vampiri assetati di sangue umano. Una “mera” questione genetica e paranormale, via! ^_^

Una parte è molto bella ormai giunti verso il finale, il dolore del giovane Nahuel di cui Edward racconta i tormenti.

«...si è sempre sentito una creatura del male, assassino per natura. Anche le sue sorellastre hanno ucciso le proprie madri, ma non ci avevano mai dato peso. Joham le ha educate nella certezza che gli umani fossero animali, mentre loro erano divinità. Nahuel invece è stato cresciuto da Huilen, che amava sua sorella più di ogni altra cosa. È stata lei a pla-smare tutto il modo di pensare del ragazzo. E per certi versi lui si è detesta-to davvero».
[…]
«Poi ha visto noi tre e ha capito per la prima volta che, se anche è mezzo immortale, non vuol dire che sia una creatura malvagia per natura. Mi guarda e vede... ciò che avrebbe dovuto essere suo padre».
[…]
«Guarda te e vede la vita che avrebbe dovuto a-vere sua madre».
[…]
«Non essere triste per lui. Ora è felice. Oggi ha cominciato finalmente a perdonarsi».

Nessuno nasce cattivo, dipende da che esempi hai, da come vieni cresciuto, da ciò che vivi fin dai primi giorni di vita.


IL FINALE

Non credo potesse finire in modo più bello, non parlo solo del lieto fine che ci voleva assolutamente. Ma del fatto che Bella lascia finalmente Edward entrare nei suoi pensieri, mostrandogli i ricordi più belli che ha e tutto l’amore che nutre per lui. Riuscire a mettersi a nudo, spogliarsi delle proprie difese e barriere con la persona che ami è il più grande atto di amore che secondo me si possa fare. Un dono inestimabile. Non ho saputo controllare le lacrime.

Davvero un finale stupendo!!! *_*

E poi continuammo a occuparci beati di quella parte piccola, ma perfetta, della nostra eternità.


Come dice Giochan, sono anche io avvolta dalla nuvoletta rosa di Twilitght!!! *_*



Giudizio finale: pienamente soddisfatta!!! ^_^

3 commenti:

darkmoon ha detto...

ANche a me è piaciuto anche se i migliori sono "New Moon" e "Eclipse" per me.Mi ha talmente tenuto compagnia in questi mesi che ho un debito nei suoi confronti,mi ha molto emozionata.Bello!

donatella ha detto...

mi sono innamorata di tutti i personaggi ...non vedo lora che escano tutti i film e mi sto leggendo i libri con tanta passione....era tanto chee aspettavo una cosa simile..fanno veramente compagnia...mentre leggi ti senti parte

Anonimo ha detto...

non riesco piu' a pensare ad altro, cosa mi doveva succedere a 31 anni, mi sento strana

Posta un commento

Puoi commentare il mio blog anche se non sei iscritto ma non lasciarmi il commento anonimo. Clicca su Nome/Url e scrivi il tuo nome o il tuo nick! ^_^