Il mio Blog:
appunti di vita quotidiana!



E miracolosamente non ho smesso di sognare e miracolosamente non riesco a non sperare
e se c'è un segreto è fare tutto come se vedessi solo il sole
(Elisa - "Qualcosa Che Non C'è")



13 dicembre 2008

New Moon - diario di lettura - III e ultima parte

*** Attenzione questo post contiene spoiler/anticipazioni sul libro ***


New MoonNon era possibile resistere alla tentazione di finire di leggere New Moon, sebbene la presenza di Jacob mi facesse lo stesso effetto che fa a Bella, la mancanza di Edward era davvero tanta. ^_^ Sisi sono suonata del tutto, ma che importa? Non mi drogo, non fumo, posso concermi un po' di immedesimazione in un libro no?!

Bhe che dire, ha confermato il primo libro, adoro questa saga e non vedo l'ora di continuare a leggere il seguito.

Ho divorato 12 capito+epilogo in mezza giornata.

Finalmete Bella e Edward si sono ritrovati, il loro amore è più forte di prima e posso solo che essere contenta e un briciolo invidiosa, benchè nella mia natura non alberghi il sentimento dell'invidia sostanzialmente mai.
Se potessi scegliere un'avventura fantastica da vivere in un mondo parallelo sceglierei sicuramente questa. Niente supereroi e neanche elfi e folletti. Questa sarebbe la mia preferita.

Personamente resto sempre un po' perplessa dal fatto che il corpo di Edward sia così freddo, non possiamos caldarlo un po? ^_- Dopo la descrizione del calore di Jacob con cui mi trovo sicuramente più a mio agio è stato difficile tornare al ghioccio.

Hmmm ovviamente io tifo per la storia d'amore tra Edward e Bella, ma in cuor mio sarebbe davvero stato difficile scegliere tra i due ragazzi. MOLTO difficile, sono due facce di una stessa medaglia, così assolutamente diversi e così dannatamente simili. Se non fosse per altro che per l'amore che nutrono per Bella.
Io non provo tenerezza per Jacob, ma più decisamente attrazione... vabbhè è inutile che fate quella faccia coma a dire "ogni scusa è buona, sei sempre la solita"! ^_^ E' un personaggio particolare, diversissimo da Edward ma non meno affascinante se non fosse che cmq è effettivamente meno maturo, sarò curiosa di leggere come evolverà il suo personaggio. Non possiamo trovargli anche una licantropina o umana che non sia Bella con cui mettersi in modo da potermi immedesimare anche in quella in coppia li?! ^_^

Jacob era fatto così, e basta. Sempre allegro, condivideva con chiunque gli fosse accanto la felicità che lo seguiva come un'aura. Come il Sole con la Terra, scaldava chiunque entrasse nel suo campo gravitazionale. Era una qualità naturale e spontanea. C'era poco da meravigliarsi che fossi tanto impaziente di vederlo.

Aprii la portiera per scendere, ma lui mi trattenne afferrandomi delicatamente per un polso. Sentii di nuovo la sua pelle scottare a contatto con la mia.
«Cosa c'è, Jake?», domandai.
«Ho una cosa dà dirti, Bella... Ma temo che ti sembrerà un po' sdolcinata».
Feci un sospiro. Era la continuazione del discorso del cinema. «Dimmi».
«È soltanto che... so che sei parecchio infelice. Magari non servirà a niente, ma volevo dirti che io ci sarò sempre. Non ti deluderò: ti prometto che potrai sempre contare su di me. Caspita, questo sì che è sdolcinato. Ma tu lo sai, vero? Che mai e poi mai ti farei del male?».
«Sì, Jake, lo so. E conto già su di te, forse più di quanto tu sappia».
Il sorriso che apparve sul suo volto era come un sole che incendia le nuvole, e a quel punto avrei voluto tagliarmi la lingua. Non avevo detto nemmeno l'ombra di una bugia, invece avrei dovuto mentire. La verità era brutta, lo avrebbe ferito. Io sì, che lo avrei deluso.

C'è stato un passaggio decisamente esilarante verso la fine...

«Bella, temo che tu sia vittima di un equivoco».

Lei è vittima di un equivoco??? Ma a questo vampiro due cartoni bene assestati non glieli ha mai dati nessuno? :D Gli ci vorrebbero proprio!
L'ha fatta dannare, l'ha umiliata e ferita me è LEI a essere vittima di un equivoco. Roba da pazzi davvero! L'unico conforto è sapere che lui ha patito quanto lei, così impara a prendere bene le misure delle sue angoscie!!!

Però quando ci si mette poi...

Prima di te, Bella, la mia vita era una notte senza luna. Molto buia, ma con qualche stella: punti di luce e razionalità... Poi hai attraversato il cielo come una meteora. All'improvviso, tutto ha preso fuoco: c'era luce, c'era bellezza. Quando sei sparita, la meteora è scomparsa dietro l'orizzonte e il buio è tornato. Non era cambiato nulla, ma i miei occhi erano rimasti accecati. Non vedevo più le stelle. Niente aveva più senso».

*_*


Un'altro passaggio non so perchè ma mi ha colpito e commosso...

«Rosalie?».
Era incerta, si mordeva il labbro carnoso e perfetto. «No».
Senza battere ciglio, voltai di poco la testa per procedere, ma lei m'interruppe con un gesto.
«Lascia che ti spieghi», implorò. «Non sono contraria a che tu divenga mia sorella. È soltanto che... fosse stato per me, non avrei scelto questa vita. Avrei preferito che ci fosse qualcuno a votare "no" per me».

Quando non puoi scegliere, nulla sembra piacevole, tutto è cupo... a volte non è la condizione in cui ci trova ad essere inaccettabile, ma solamente la possibilità di non aver potuto scegliere. -_-

Chissà se Bella riuscirà nel suo intento di farsi trasformare, anche io ammesso che volessi essere trasformata vorrei lo facesse il mio amato, non avrebbe senso farlo fare ad altri.

Sembrerebbe molto vicina...

S'irrigidì. «Sei impaziente di essere dannata per l'eternità», mormorò.
«Non ci credi neanche tu, è inutile fingere».
«Ah, no?», disse irritato.
«No. Non ci credi».
Mi guardò torvo, pronto a ribattere, ma fui più veloce di lui.
«Se davvero fossi stato convinto di aver perso l'anima, quando ti ho ritrovato, a Volterra, avresti capito al volo cosa stava accadendo, anziché ritenerci morti entrambi. Invece no, hai detto: "Straordinario. Carlisle aveva ragione"», esclamai trionfante. «Dopotutto, dentro di te c'è un filo di speranza».
Per una volta fui io a lasciarlo senza parole.
«Perciò, questa speranza conserviamola entrambi, non è meglio?», suggerii. «Non che m'importi granché. Se ci sei tu, non ho bisogno del paradi-so».
Si alzò lentamente e si avvicinò per prendermi il viso tra le mani, mentre mi guardava negli occhi. «Per sempre», giurò, ancora scosso.
«Non chiedo altro», dissi e in punta di piedi avvicinai le labbra alle sue.

Bhe per ora tutto bene quel che finisce bene... ora prenderò una pausa per metabolizzare il tutto e magari per natale inizierò Eclipse... saprò resistere? Hmmm la vedo dura! ^_-

Attenti al vostro collo... oggi più di ieri direi... :)=

0 commenti:

Posta un commento

Puoi commentare il mio blog anche se non sei iscritto ma non lasciarmi il commento anonimo. Clicca su Nome/Url e scrivi il tuo nome o il tuo nick! ^_^